Judge Dredd: The Garth Ennis Collection

Io non ho infranto la legge! Io sono la legge!” come non ricordare la famosa frase del film di Sylvester Stallone che ha portato alla ribalta il personaggio del Judge Dredd!

In uscita nel 2018 per la Cosmo arriverà il primo volume della collection del fumetto dedicato a lui dell’autore Garth Ennis, che furono originariamente proposte tra il 1991 e il 1993 sulle pagine della rivista antologica 2000 A.D. 

Ennis è fumettista britannico, “conosciuto per le sue opere caratterizzate da un’estremizzazione della violenza, umorismo nero e linguaggio volgare ed esplicito. Tra i collaboratori ricorrenti ci sono Steve Dillon, Glenn Fabry, John McCrea e Darick Robertson. Alcune delle serie più famose realizzate tra gli anni novanta e gli anni duemila sono Preacher, Hitman, Hellblazer e le storie su Punisher realizzate per l’etichetta Marvel Knights e Max Comics.”

Questo suo amore per la violenza esagerate si adatta perfettamente al mondo di Mega-City One e di Judge, dove però il tutto viene smorzato da una forte componente quasi comica che ne fa da contraltare a un’ambientazione più cruda. Nella collection possiamo trovare una varietà di format e tipologia di storie, come la lunga “Emerald Isle” dove il personaggio di Judge Joyce farà da protagonista con il suo atteggiamento tipico irlandese che Ennis enfatizza ancora di più con una sequenza di battute tipiche del luogo, e altre più corte come “First of Many” dove avremo modo di assistere al primo arresto di Dredd come Cadetto. Simpatico anche il cartoon “Almighty Dredd” dove troviamo un Judge Dredd “religioso”, o come “A Magic Place” dove Ennis collabora per la prima volta con il suo futuro partner di mille avventure Steve Dillon per una storia d’amore abbastanza atipica per l’autore.

Il vero gioiello di questa collezione a mio parere  è “Raider”, ha una profondità e una maturità che non si trova nelle altre storie, sembra quasi come se Blade Runner fosse ambientato in MegaCity-One, con disegni mozzafiato e molto realistiche che danno omaggio all’ambientazione. Mentre in “When Irish Eyes is Smiling” troviamo forse il lato più caratteristico e tipico di Ennis,  la violenza al servizio di situazioni bizzarre e grottesche al limite della commedia, un piccolo scorcio di classe in bianco e nero, molto divertente.

Un consiglio per tutti gli amanti dei fumetti, non perdete questo volume dove sicuramente rimarrete soddisfatti nel trovare un Ennis in grande forma e senza inibizioni.

Per informazioni e preorder del volume inviate una mail a info@wasteoftime.it o passate direttamente in fumetteria da WoT.

VOLUME UNICO
Edito da:
Editoriale Cosmo
Autori:
Garth Ennis